biography

english version >

Valentina Colonna è poetessa e pianista compositrice. Nasce a Torino nel 1990 in una famiglia di musicisti e ha pubblicato i libri di poesia Dimenticato suono (Manni, 2010) e La cadenza sospesa (Aragno, 2015). Distintasi in diversi concorsi di poesia, nel 2014 viene presentata come poetessa emergente in due festival letterari nazionali da Davide Rondoni, che nello stesso anno dedica a lei e a Giorgio Caproni una puntata di In che verso va il mondo, in onda su RTV San Marino. Proposta dal Festival Internazionale di Poesia di Genova come poetessa italiana, dal 2016 è ospitata da Versopolis – where poetry lives, piattaforma europea di poesia supportata dal programma Creative Europe dell’Unione Europea.

Nel 2017 la sua poesia debutta all’estero in Austria, Germania e Spagna. È tradotta in tedesco da Francesco Micieli e Ruth Karzel. È stata la poetessa italiana ospite del Festival Literatur & Wein di Krems 2017 (Vienna – Austria) e dell’Hausacher LeseLenz Festival 2017 (Hausach – Germany), con le pubblicazioni Wo Lyrik Zuhause ist. Valentina Colonna (Aramo Editions, Wien) e Gedichte. Poems. Wo Lyrik Zuhause ist. Where poetry lives (Leselenz, 2017). Sue poesie sono state pubblicate anche sulla rivista letteraria tedesca Ostra-gehege (n.86-2017) e sono di prossima uscita su Orte in Svizzera nel 2018.

Hanno scritto musiche sui suoi testi i compositori spagnoli Fran Barajas e Martí Carreras, interpretate dall’ensemble “Cadenze sospese” (in omaggio al suo libro) a Barcellona, presso la Reial Acadèmia de Belles Arts “Sant Jordi”. Anche il Centro Cultural Tina Modotti di Caracas si è interessato alle sue opere e le sue poesie sono tradotte anche in polacco e inglese da Pawel Sakowski.

Suoi testi sono apparsi su Versopolis  “The European Review of Poetry, Books and Culture”, La Stampa, riviste italiane, spartiti musicali, cd, antologie, siti letterari. È stata recensita su diverse testate nazionali, tra cui Corriere della Sera e Avvenire, ed è stata inoltre presentata su Radio Vaticana e Radio Classica.

Nel 2013 si laurea con lode in Lettere antiche presso l’Università degli Studi di Torino e nel 2017 consegue nello stesso Ateneo la laurea magistrale in Scienze linguistiche con lode e dignità di stampa, con una tesi sperimentale in Fonetica dal titolo “Prosodie del Congedo del Viaggiatore cerimonioso. Analisi comparativa di dodici letture”. Il suo lavoro di Ricerca apre il convegno per la giornata mondiale della voce, organizzato dal Laboratorio di Fonetica Sperimentale “Arturo Genre” dell’Università degli Studi di Torino.

Svolge un Dottorato di Ricerca in Digital Humanities (curriculum di Linguistica, Linguistica applicata e Onomastica) presso l’Università degli Studi di Genova e l’Università degli Studi di Torino. È dal gennaio 2018 cultore della materia e si occupa di Fonetica, privilegiando la sua applicazione al campo della prosodia della poesia moderna e contemporanea italiana. Per il suo progetto di Ricerca sta allestendo un archivio di dati sonori, presente sulla piattaforma VIP – Voices of Italian Poets, da lei ideata e curata, presente sul sito del Laboratorio di Fonetica Sperimentale “Arturo Genre” dell’Università degli Studi di Torino.

Diplomata in Pianoforte nel 2011 con Luciana Bigazzi e perfezionatasi nell’interpretazione pianistica con Ramin Bahrami e Paul Badura-Skoda, si è dedicata al repertorio barocco, studiando Clavicembalo con Béatrice Martin e Luca Guglielmi presso l’Escola Superior de Música de Catalunya (ESMUC) di Barcellona (Spagna). Nel 2014, con il concerto solistico di clavicembalo presso L’Auditori di Barcellona e con una tesi in Retorica musicale, conclude il Máster universitario en Interpretación de la música antigua, a cura della Universitat Autònoma de Barcelona (UAB) e della Escola Superior de Música de Catalunya (ESMUC). La sua tesi viene pubblicata nel “Recercat” universitario catalano.

Si dedica attualmente alla composizione pianistica e si esibisce in concerto con il suo nuovo progetto ReSonances, con musiche e poesie da lei composte.

Ha anche lavorato per Radio Vaticana, per cui ha scritto e condotto sei puntate sulla Musica poetica: la retorica del barocco, all’interno del programma radiofonico musicale L’arpeggio. Ha inoltre ideato e condotto interamente, sempre per Radio Vaticana, il nuovo programma Le parole della musica.

È docente di pianoforte nell’ambito di vari progetti didattici e scrive saltuariamente per la rivista letteraria ClanDestino e per il settimanale L’unione monregalese, dove è sua la rubrica sulla musica della poesia “Risonanze poetiche”.

biography

Valentina Colonna è poetessa e pianista compositrice. Nasce a Torino nel 1990 in una famiglia di musicisti e ha pubblicato i libri di poesia Dimenticato suono (Manni, 2010) e La cadenza sospesa (Aragno, 2015).

Distintasi in diversi concorsi di poesia, nel 2014 viene presentata come poetessa emergente in due festival letterari nazionali da Davide Rondoni, che nello stesso anno dedica a lei e a Giorgio Caproni una puntata di In che verso va il mondo, in onda su RTV San Marino.

Dal 2016 è ospitata da Versopolis – where poetry lives, piattaforma europea di poesia supportata dal programma Creative Europe dell’Unione Europea.

Nel 2017 la sua poesia debutta all’estero in Austria, Germania e Spagna. È tradotta in tedesco da Francesco Micieli e Ruth Karzel. È stata la poetessa italiana ospite del Festival Literatur & Wein di Krems 2017 (Vienna – Austria) e dell’Hausacher LeseLenz Festival 2017 (Hausach – Germany), con le pubblicazioni Wo Lyrik Zuhause ist. Valentina Colonna (Aramo Editions, Wien) e Gedichte. Poems. Wo Lyrik Zuhause ist. Where poetry lives (Leselenz, 2017). Sue poesie sono state pubblicate anche sulla rivista letteraria tedesca Ostra-gehege (n.86-2017) e sono di prossima uscita su Orte in Svizzera nel 2018.

Hanno scritto musiche sui suoi testi i compositori spagnoli Fran Barajas e Martí Carreras, interpretate dall’ensemble “Cadenze sospese” (in omaggio al suo libro) a Barcellona, presso la Reial Acadèmia de Belles Arts “Sant Jordi”. Anche il Centro Cultural Tina Modotti di Caracas si è interessato alle sue opere e le sue poesie sono tradotte anche in polacco e inglese da Pawel Sakowski.

Suoi testi sono apparsi su Versopolis  “The European Review of Poetry, Books and Culture”, La Stampa, riviste italiane, spartiti musicali, cd, antologie, siti letterari. È stata recensita su diverse testate nazionali, tra cui Corriere della Sera e Avvenire, ed è stata inoltre presentata su Radio Vaticana e Radio Classica.

Nel 2013 si laurea con lode in Lettere antiche presso l’Università degli Studi di Torino e nel 2017 consegue nello stesso Ateneo la laurea magistrale in Scienze linguistiche con lode e dignità di stampa, con una tesi sperimentale in Fonetica dal titolo “Prosodie del Congedo del Viaggiatore cerimonioso. Analisi comparativa di dodici letture”. Il suo lavoro di Ricerca apre il convegno per la giornata mondiale della voce, organizzato dal Laboratorio di Fonetica Sperimentale “Arturo Genre” dell’Universittà degli Studi di Torino.

Svolge un Dottorato di Ricerca in Digital Humanities (curriculum di Linguistica, Linguistica applicata e Onomastica) presso l’Università degli Studi di Genova e l’Università degli Studi di Torino. È dal gennaio 2018 cultore della materia e si occupa di Fonetica, privilegiando la sua applicazione al campo della prosodia della poesia moderna e contemporanea italiana. Per il suo progetto di Ricerca sta allestendo un archivio di dati sonori, presente sulla piattaforma VIP – Voices of Italian Poets, da lei ideata e curata, presente sul sito del Laboratorio di Fonetica Sperimentale “Arturo Genre” dell’Università degli Studi di Torino.

Diplomata in Pianoforte nel 2011 con Luciana Bigazzi e perfezionatasi nell’interpretazione pianistica con Ramin Bahrami e Paul Badura-Skoda, si è dedicata al repertorio barocco, studiando Clavicembalo con Béatrice Martin e Luca Guglielmi presso l’Escola Superior de Música de Catalunya (ESMUC) di Barcellona (Spagna). Nel 2014, con il concerto solistico di clavicembalo presso L’Auditori di Barcellona e con una tesi in Retorica musicale, conclude il Máster universitario en Interpretación de la música antigua, a cura della Universitat Autònoma de Barcelona (UAB) e della Escola Superior de Música de Catalunya (ESMUC). La sua tesi viene pubblicata nel “Recercat” universitario catalano.

Si dedica attualmente alla composizione pianistica e si esibisce in concerto con il suo nuovo progetto ReSonances, con musiche e poesie da lei composte.

Ha anche lavorato per Radio Vaticana, per cui ha scritto e condotto sei puntate sulla Musica poetica: la retorica del barocco, all’interno del programma radiofonico musicale L’arpeggio. Ha inoltre ideato e condotto interamente, sempre per Radio Vaticana, il nuovo programma Le parole della musica.

È docente di pianoforte nell’ambito di vari progetti didattici e scrive saltuariamente per la rivista letteraria ClanDestino e per il settimanale L’unione monregalese, dove è sua la rubrica sulla musica della poesia “Risonanze poetiche”.

bibliografy

© Valentina Colonna. All Rights Reserved 2018